-

A CUOPPO CUPO POCO PEPE CAPE ...e... POCO PEPE CAPE A CUOPPO CUPO

venerdì 5 dicembre 2008

Family Guy

‘ Per ogni individuo le relazioni familiari si trasformano conseguentemente allo sviluppo della propria persona, ed i propri familiari rappresentano le coordinate di riferimento tramite le quali collocarsi in una storia, quindi in un tempo, ma dalle quali ognuno parte per potersi ritagliare una propria dimensione privata. ’

Che questa dimensione, necessaria alla sopravvivenza di chi non voglia spegnersi in quella che chiamano ‘la famiglia lunga del giovane adulto’, sia migliore o meno di quella ‘plurale’ che si acquisisce nella famiglia d’origine, o se siano realmente le relazioni a trasformarsi conseguentemente al tuo sviluppo e non l’inverso, questo non è dato di sapere. È un dato, invece, che ad un certo momento ci si senta stretti nella gola e nella pancia, storditi quasi da un respiro più profondo che vuole più aria. Boccheggi. Solo richiami stridenti di una pancia che si vuole più gonfia e rughe di espressioni mai espresse. È la storia che oltrepassa l’origine.

6 commenti:

egine ha detto...

certe cose mi sono mancate, quindi non so

Ugolino Stramini ha detto...

Il tuo turno delle grandi domande. L'importante è farsele, imparare a conviverci; sentirle per la prima volta quando si sono già tirati su i muri portanti e parte del tetto può far tremare la terra sotto i piedi e incrinare pericolosamente l'edificio.

bp ha detto...

egine>> prova con un esercizio d'immedesimazione.. :))

ugolo>> oggi ho sentito tremare anche i mari e i monti, la gola e la pancia sono sfinite!

Espressione ha detto...

scappare di casa non serve..quando la fame si fà sentire il ritorno è scontato..
eSp.

bp ha detto...

esatto, 'a famm è famm'!
;)

la bislacca ha detto...

Certe cose sono mancate anche a me. Purtroppo.
Forse è questo il motivo per il quale ho seguito l'esempio inverso a quello dei miei.